Tempo di settuagesima: il lato religioso del Carnevale

C’è differenza tra il Tempo di Settuagesima e il Carnevale? Scoprilo in questo articolo dedicato al periodo dell’anno che ci prepara alla Quaresima.

Cos’è il Tempo di Settuagesima

Il Tempo di Settuagesima fa parte del cosiddetto Tempo per Annum del calendario liturgico cristiano e corrisponde alla stagione di preparazione alla Quaresima. Si chiama così perché comincia il settantesimo giorno prima di Pasqua. Comincia con la Domenica di Settuagesima — che corrisponde alla nona domenica prima di Pasqua — e termina il giorno prima del Mercoledì delle Ceneri.

La differenza tra il Tempo di Settuagesima e il Carnevale

I due periodi coincidono perfettamente, ma sono complementari. Mentre il Carnevale si svolge tutto all’insegna dell’abbondanza e dell’allegria, il Tempo di Settuagesima placa gli animi introducendo i primi elementi di penitenza nelle tre domeniche che lo scandiscono: la settuagesima, sessagesima, quinquagesima, che in origine si celebravano a San Lorenzo fuori le mura, alla basilica di San Paolo, e alla Basilica Vaticana, rispettivamente.

Quando osservare il tempo di Settuagesima

Le date di questo periodo liturgico cambiano di anno in anno, perché vengono calcolate in base al giorno di Pasqua che è una festa mobile. Nel 2019 comincia il 24 febbraio e si conclude il 5 marzo, il Martedì Grasso, seguito dal Mercoledì delle Ceneri

Lo spirito religioso del Carnevale

Il Carnevale è celebrato in tutto il mondo. Molti paesi, tra cui l’Italia e il Brasile, continuano a osservare le loro antiche e spettacolari tradizioni. E mentre ci lasciamo andare al divertimento e al banchettare, non dimentichiamoci di ciò che verrà dopo. Per un passaggio più graduale alla moderazione e alla penitenza, dedichiamo le domeniche del Carnevale alla preghiera, facendoci aiutare da un oggetto sacro, quale rosario o icona.