Sant’Antonio da Padova: il patrono degli oggetti smarriti

È uno dei santi in assoluto più popolari al mondo. Invocato per ritrovare oggetti smarriti, Antonio da Padova è una presenza fissa quanto rassicurante che ci dà il benvenuto in ogni chiesa cattolica.

La storia di Sant’Antonio

Nato Fernando Martins de Bulhões (1195 - 1231), il santo portoghese entrò nella storia come Antonio da Padova per la città che lo accolse per molti anni fino alla sua morte, e che tuttora custodisce le sue reliquie in una delle Basiliche più belle d’Italia.

Riconosciuto già dai suoi contemporanei come abile predicatore ed esperto in sacre scritture, il Santo ebbe grande devozione verso i poveri e gli infermi. Meritatissima quindi la sua canonizzazione, avvenuta in tempi record: Antonio fu proclamato santo solo 11 mesi dopo la sua morte.

Perché lo invochiamo per ritrovare oggetti smarriti?

La vita di Sant’Antonio fu senz’altro ricca di curiosi e affascinanti avvenimenti. Per esempio, la ragione per cui diventò il patrono degli oggetti smarriti si riconduce a un episodio della sua vita di precettore. Accadde un giorno che, stufo della vita conventuale, un frate abbandonò il convento dove il Santo insegnava, portandosi via anche il salterio del suo maestro. Non appena Antonio si accorse della sparizione, pregò intensamente perché il suo libro di preghiere tornasse da lui, e così fu. Presto il giovane “disertore” non solo ritornò nel convento, ma restituì anche il libro sottratto.

Quel salterio è a tutt’oggi conservato nella Basilica di San Francesco in Bologna, luogo dove si originò la pratica di pregare Sant’Antonio per ritrovare le cose smarrite.

 

Rosario con la crociera di Sant’Antonio

ACQUISTA ORA >

Sant’Antonio da Padova: il patrono degli oggetti smarriti

 

È uno dei santi in assoluto più popolari al mondo. Invocato per ritrovare oggetti smarriti, Antonio da Padova è una presenza fissa quanto rassicurante che ci dà il benvenuto in ogni chiesa cattolica.

 

Antonio da Padova

La storia di Sant’Antonio

Nato Fernando Martins de Bulhões (1195 - 1231), il santo portoghese entrò nella storia come Antonio da Padova per la città che lo accolse per molti anni fino alla sua morte, e che tuttora custodisce le sue reliquie in una delle Basiliche più belle d’Italia.

Riconosciuto già dai suoi contemporanei come abile predicatore ed esperto in sacre scritture, il Santo ebbe grande devozione verso i poveri e gli infermi. Meritatissima quindi la sua canonizzazione, avvenuta in tempi record: Antonio fu proclamato santo solo 11 mesi dopo la sua morte.

 

Perché lo invochiamo per ritrovare oggetti smarriti?

La vita di Sant’Antonio fu senz’altro ricca di curiosi e affascinanti avvenimenti. Per esempio, la ragione per cui diventò il patrono degli oggetti smarriti si riconduce a un episodio della sua vita di precettore. Accadde un giorno che, stufo della vita conventuale, un frate abbandonò il convento dove il Santo insegnava, portandosi via anche il salterio del suo maestro. Non appena Antonio si accorse della sparizione, pregò intensamente perché il suo libro di preghiere tornasse da lui, e così fu. Presto il giovane “disertore” non solo ritornò nel convento, ma restituì anche il libro sottratto.

Quel salterio è a tutt’oggi conservato nella Basilica di San Francesco in Bologna, luogo dove si originò la pratica di pregare Sant’Antonio per ritrovare le cose smarrite.

 


 

Sant'Antonio da Padova

Rosario con la crociera di Sant’Antonio

ACQUISTA ORA >

Preghiera per ritrovare oggetti smarriti

Glorioso Sant'Antonio, tu hai esercitato il divino potere di trovare ciò che era stato perduto. Aiutami a ritrovare la Grazia di Dio, e rendimi zelante nel servizio di Dio e nel vivere le virtù. Fammi trovare ciò che ho perso, così da mostrarmi la presenza della tua bontà.

(Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre)

Preghiamo

Sant'Antonio, glorioso servo di Dio, famoso per i tuoi meriti e i potenti miracoli, aiutaci a ritrovare le cose perdute; dacci il tuo aiuto nella prova; e illumina la nostra mente nella ricerca della volontà di Dio. Aiutaci a trovare di nuovo la vita di grazia che il nostro peccato distrusse, e conduci noi al possesso della gloria promessaci dal Salvatore. Ti chiediamo questo per Cristo nostro Signore. Amen.

Leggi anche:

La Novena di Antonio di Padova: 9 curiosità sulla vita del Santo portoghese →

5 miracoli di Sant’Antonio ⟶