5 effetti della Prima Comunione

Assieme al Battesimo e alla Cresima, la Prima Comunione forma parte dei tre “Sacramenti di iniziazione” alla fede cristiana. È un evento che cambia la vita e che dà i suoi frutti. Scopriamo quali sono.

1. Comunione con Gesù

Mediante l'Eucaristia, il fedele si “fonde” con Cristo e la sua chiesa. Santo Cirillo d’Alessandria lo paragonò alla fusione di due ceri, che si amalgamano completamente per diventare uno. Per essere un buon cristiano, il fedele deve quindi aspirare a vivere come visse Gesù.

2. Distruzione del peccato veniale

L’Eucaristia distrugge il peccato veniale, essendo quest’ultimo di facile remissione. Tuttavia, se non si ripara subito, questo tipo di peccato ci rende vulnerabili al peccato mortale. Il sacramento dell’Eucaristia disintegra i vestigi dei nostri peccati veniali e ci lascia purificati per dare inizio a una nuova vita.

3. Consolazione spirituale

La Prima Comunione ci lascia sperimentare in prima persona la vera unione con Gesù Cristo, ma anche con Dio per mezzo di suo Figlio. Se si sta attraversando un momento difficoltoso, possiamo sempre trovare rifugio nell’Eucaristia, che è nostra fonte di felicità, speranza e serenità.  

4. Una relazione diretta con Cristo

In quanto cristiani, dobbiamo coltivare la nostra relazione con Gesù. Possiamo farlo giorno per giorno con la pratica spirituale quotidiana, oppure possiamo passare per la via del sacramento. L'Eucaristia, infatti, è il modo migliore di fonderci con Cristo.

5. Eucaristia come punto focale delle nostre vite

Una volta assimilato il profondo significato di questo sacramento, è consigliabile rinnovare questo legame a cadenza regolare. Il momento migliore per farlo è sicuramento la stagione pasquale, che si prolunga fino alla Pentecoste.

Altri sacramenti:

La cresima: 5 principi fondamentali da sapere →

Il sacramento della Riconciliazione: la guida completa →