Come pregare i sette dolori di Maria

Madonna della Pietà, Madonna Addolorata, Mater Dolorosa, o Santa Maria dei sette dolori: sono questi gli appellativi con cui generalmente ci rivolgiamo a Maria quando la mettiamo in relazione con i momenti più dolorosi della sua vita. Qui ti spieghiamo la devozione a Santa Maria dei sette dolori.

La Vergine sofferse la passione di Cristo como solo una madre può fare. Questa devozione specifica è perciò particolarmente sentita soprattutto durante la Quaresima e nel mese di settembre, quando si commemora la Madonna Addolorata.

Quali sono i 7 dolori di Maria

Il culto della Madonna Addolorata diventò consuetudinaria nella pratica religiosa già nel XIV secolo, dopo essere stata rivelata a Santa Brigida di Svezia (1303-1373). Consiste nel pregare sette Ave Maria durante la meditazione sui sette dolori di Maria.

Non bisogna confondere i sette dolori di Maria con i cinque Misteri Dolorosi del rosario. Mentre quest’ultimi sono incentrati sulla Passione di Cristo, i primi fanno riferimento espresso alle sofferenze di Maria, che sono:

I) Il vecchio Simeone profetizza a Maria le difficoltà che dovrà superare (Luca 2,34-35)

II) La fuga di Maria, Giuseppe e Gesù in Egitto per scampare alle persecuzioni di Erode (2,13-21).

III) Maria e Giuseppe perdono Gesù per tre giorni nel Tempio Santa (2,41-51)

IV) L’incontro di Maria con Gesù che sale al Calvario portando la croce (Vangelo secondo Luca 23,27-31)

V) Maria assiste alla crocifissione di Gesù (Giovanni 19,25-27)

VI) Maria accoglie Gesù deposto dalla croce, prima che venga sepolto (27,55-61)

VII) Maria è presente quando Gesù viene deposto nel sepolcro (23,55-56)

Rifletti sui sette dolori di Maria per ricevere le sette grazie della Madonna Addolorata.