San Nicola: la storia del leggendario santo protettore dei bambini

Un greco che divenne vescovo di Mira (l’odierna Turchia), San Nicola è uno dei santi in assoluto più amati nel cristianesimo cattolico, ma anche quello ortodosso. 

San Nicola di Bari - Andrea Sabatini

Chi era San Nicola

San Nicola di Mira (270-343 BC) è conosciuto anche con il nome di Nicola di Bari. Greco di origine, diventò vescovo della città romana di Mira e passò alla storia come uno dei più prominenti taumaturghi del cristianesimo. Infatti, nessun altro santo cristiano è tanto amato quanto San Nicola, al quale vengono attribuite tutta una serie di caratteristiche positive — prime fra tutte la sua generosità, compassione ed empatia — grazie alle quali egli diventò patrono dei bambini, poveri e defraudati.

Festa di San Nicola: la tradizione più popolare

Secondo la tradizione cristiana più diffusa, la Festa di San Nicola vedeva il santo come portatore di doni ai più piccoli che lasciavano i propri stivali fuori dalla porta o appesi al camino, proprio nella speranza di ricevere qualche piccolo dono.

Questa usanza affonda le sue radici nella leggenda secondo la quale San Nicola da Mira era un vescovo profondamente generoso ed empatico, che più di una volta mise in salvo chi ne avesse bisogno. Così salvò tre giovani dalla prostituzione buttando giù per il camino della loro casa tre sacchi d’oro, grazie ai quali il padre delle tre sventurate poté saldare i suoi debiti e fornire una dote alle figlie.


 

San Nicola: quando si festeggia

La festa di San Nicola è una splendida e toccante tradizione da festeggiare con la famiglia durante il periodo dell’Avvento. Questo dicembre, racconta ai tuoi bimbi la storia di San Nicola, il santo che portava speranza e gioia nel mondo. E, invece dei soliti dolciumi, regala loro un piccolo addobbo natalizio, un rosario o un souvenir religioso.